I principi fondanti della Silicon Valley

L’aria che si respira in Silicon Valley è elettrica e ricca di stimoli. Questo, a mio avviso, è possibile solo per via del comportamento che l’insieme degli individui decide di adottare. Questo comportamento può essere definito come una filosofia di vita ed è ciò che ha reso e rende la Silicon Valley quella che oggi conosciamo, l’ecosistema di startup per eccellenza, la mecca dei più capaci professionisti e la rampa di lancio per innovazioni su scala globale. Questa filosofia è composta da una serie di principi di cui mi limiterò a sottolineare quelli che secondo me sono i fondamentali.

Umiltà – è il principio fondamentale che permette lo sviluppo di un ambiente collaborativo. Ed è un elemento che permette alle persone di saper riconoscere i propri errori e valutare l’opinione altrui, chiunque egli sia.

Ottimismo – in Silicon Valley l’attenzione e l’energia non sono sprecate per definire come un progetto fallirà, ma per capire come può invece funzionare. Ogni problema non è una possibile liability ma un’opportunità.

Pro-attività – l’imprenditore della Silicon Valley riscontrata un’opportunità non si dedica a un’infinita analisi, ma si muove subito all’azione creando ipotesi, parlando con le persone che sperimentano il problema, comprendendo il contesto in cui tale difficoltà esiste e formulando rapidamente una soluzione buona abbastanza per risolvere il problema. Impara e migliora iterativamente la soluzione.

Collaborazione – in Silicon valley tutti sanno che da soli non ce la faranno, quindi si consigliano, si aiutano e, quando possibile, si organizzano per raggiungere obiettivi comuni.

Apertura mentale – questa è in parte conseguenza dell’umiltà, ma se ne distingue in quanto, non solo permette di valutare l’opinione altrui come possibilmente valida, ma anche perché spinge ad ascoltare empaticamente al fine di capire e non per rispondere.

Curiosità – questo principio è il motore centrale che spinge l’uomo a conoscere e a chiedersi il perché delle cose. È un tratto che porta a ricercare opportunità e apprendimento in ogni sfaccettatura della vita. Un’aria così la possiamo respirare anche noi in Liguria, ed in Italia, ma dobbiamo capire che non sono i soldi ma la nostra attitudine verso le cose di tutti i giorni che ci permettono di creare un ambiente di questo tipo per noi stessi e per gli altri.

Leggi gli altri articoli:

Diario di bordo, parte [2]

27/08/19, 12.45: MATRICOLA Mai avrei creduto che università del genere esistessero. E mai avrei creduto che servisse una mappa per girarla. Sulla carta Stanford è

Leggi Tutto »

Thinking out of the box

Quando in ambito lavorativo c’è bisogno di qualche nuova idea, veniamo spronati a pensare fuori dagli schemi (thinking out the box), ma sentirselo dire… non

Leggi Tutto »